ESCLUSIVA MN - Antonini: "Fa male la fine di un'era, ma Montella ha avuto rassicurazioni dal nuovo Milan. Derby? Suso può ripetersi"

di Thomas Rolfi
Fonte: intervista di Thomas Rolfi
articolo letto 13137 volte
Foto

Nel giorno definito epocale dallo stesso Montella, in cui il Milan passa da mani italiane a quelle cinesi, non poteva mancare il commento di Luca Antonini, ex giocatore che è cresciuto nel settore giovanile rossonero e ha passato tanti anni con quella maglia addosso. La redazione di MilanNews.it lo ha quindi contattato per chiedergli un commento sul closing, sulle prospettive future, non tralasciando, però, che tra due giorni il Milan si giochi un derby per l'Europa contro l'Inter.

Quali emozioni e sensazioni ti suscita questa giornata storica per il Milan e per il calcio mondiale?
"Fa male, nel senso che dispiace tanto che sia finita un'era. Sono 31 anni di grandi successi e grandi soddisfazioni regalate ai tifosi rossoneri. Un ringraziamento particolare al dottor Galliani e a Silvio Berlusconi che ha creato e voluto fortemente tutto ciò, con l'augurio che il Milan possa tornare sul tetto del mondo, come hanno detto i nuovi proprietari".

Può far ben sperare i tifosi del Milan il fatto che Montella si sia dichiarato certo che i cinesi abbiano le intenzioni e le risorse per poter far tornare il Milan ad alto livello?
"Sicuramente sì, perchè se l'allenatore del Milan dice qualcosa del genere significa che ha avuto delle rassicurazioni o che comunque gli è stato fatto capire che la nuova proprietà ha le potenzialità per riportare il Milan dove deve essere".

Secondo te il derby di sabato sarà una partita determinante per l'Europa?
"Decisiva non lo so, però sicuramente potrebbe essere un tassello importante per porre il Milan in una posizione privilegiata per quanto riguarda l'Europa League. Mi aspetto che tutte e due le squadre si possano affrontare con la serenità giusta. Ora il Milan è passato di proprietà e non ci possono essere più alibi o pensieri riguardo alla società e l'Inter avrà voglia di rifarsi dalla sconfitta di Crotone. Ci son tutti i presupposti per vedere una bella partita".

Chi sarà l'uomo decisivo del derby?
"Penso che, come all'andata, possa essere Suso il giocatore decisivo. Ho sentito la sua intervista e mi ha passato dei messaggi forti e una grande voglia".


Altre notizie
Mercoledì 28 Giugno
Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI