Un derby dal profumo di svolta: domenica è vietato sbagliare

di Pietro Mazzara
articolo letto 10228 volte
Foto

C’è una notta che può cambiare tutto e quella notte, mai come questa volta negli ultimi cinque anni, è quella di domenica. Il derby di Milano rappresenta un punto cruciale nella crescita del Milan, che potrà capire a che punto sia il suo processo di maturazione sulla strada che riporta alla grandeur persa e che sembrava ormai svanita. L’Inter arriva alla stracittadina a pezzi, mentalmente e fisicamente, ma non dovrà essere sottovalutata, perché il serpente è vivo finché non gli si schiaccia la testa. Una partita così può accendere un moto d’orgoglio nei nerazzurri che a Milanello sanno bene che potrà uscire fuori. Gattuso, sotto questo punto di vista, è un maestro perché sia da giocatore sia da allenatore, si nutre di motivazioni e stimoli.

SQUADRA CARICA -  C’è grande concentrazione nello spogliatoio milanista. Tutti, in questi giorni, si sono sintonizzati sulla stessa lunghezza d’onda: vincere sarebbe fondamentale per la corsa alla Champions, ma sarebbe anche un whatsapp di tutto rispetto al gruppo del campionato. Nulla è stato lasciato al caso, anche le ore di riposo. È tutto focalizzato per arrivare nelle migliori condizioni possibili al fischio d’inizio di domenica. I giocatori hanno voglia di tornare a vincere un derby che manca alla Milano rossonera da tre anni e mezzo e hanno ben in mente l’esito dell’andata.

CATTIVI - Un girone fa, il gol di Icardi diede ragione all’Inter, oggi c’è tutta un’altra storia. Il Milan arriva in ottime condizioni e dovrà entrare in campo con il sangue agli occhi e il veleno necessario per fare male ai nerazzurri. Servirà cattiveria, intensità e voglia di andare a fare gol. Perché negli anni passati, quando i rossoneri si sono trovati nelle condizioni in cui vertono gli avversari, è stato puniti amaramente. Domenica è tempo di riscuotere, è tempo di far sentire la propria voce. È tempo di mettere mano alle pistole e sparare quel colpo (o quei colpi) che possono voler dire: svolta.


Altre notizie
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy