Probabile formazione - In Europa come ai vecchi tempi: giocano i migliori e giocano gli stessi

di Matteo Calcagni
articolo letto 27147 volte
Foto

Dopo tante prove e ragionamenti, alla fine Gattuso ha scelto per la continuità, non essendo intenzionato a stravolgere o trasformare la squadra per quella che, a tutti gli effetti, è una gara da dentro e fuori. Il Milan non vuole in alcun modo snobbare l'impegno europeo, anzi, motivo per cui domani, alla Ludogorets Arena, vedremo molto probabilmente dieci/undicesimi della squadra che ha battuto nettamente la SPAL sabato pomeriggio.

IL SOLO CAMBIO E' UN RITORNO - Davanti al solito Gigio Donnarumma, il tecnico calabrese ha deciso di confermare, per la nona volta di fila, la coppia di centrali formata da Bonucci e Romagnoli. Nessun duo difensivo del Milan ha giocato un numero di partite consecutive così ampio dall'ottobre del 2013. Sugli esterni ci dovrebbero essere Abate da un lato e Calabria dall'altro. Il terzino classe '96, squalificato a Ferrara, sembra essere l'unico cambio di Gattuso rispetto all'undici di sabato.

IL BLOCCO MEDIANA/ATTACCO - Fino ad ieri si è a lungo discusso su un possibile turnover a centrocampo (Montolivo appariva favorito su Biglia) ed un cauto ballottaggio tra Cutrone ed André Silva, ma Gattuso punterà sulle conferme, riproponendo in blocco il centrocampo schierato nelle ultime sfide, così come il tridente che tanto bene ha fatto contro la SPAL. Quindi, davanti al trio Kessie, Biglia e Bonaventura, ci saranno con ogni probabilità Suso, Cutrone e Calhanoglu.

Questa la probabile formazione rossonera:

Milan (4-3-3): Donnarumma; Abate, Bonucci, Romagnoli, Calabria; Kessie, Biglia, Bonaventura; Suso, Cutrone, Calhanoglu.


Altre notizie
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy