SEZIONI NOTIZIE

Lo scalpitante Conti si scontra con le necessità tattiche di Gattuso e con una concorrenza agguerrita

di Thomas Rolfi
Vedi letture
Foto

L'avventura di Andrea Conti al Milan non è stata, fino a qui, propriamente indimenticabile. Il duplice, tremendo infortunio l'ha pesantemente condizionata in negativo, ma ora l'ex Atalanta è in condizione di poter giocare, al netto di alcuni fastidi muscolari accusati nelle scorse settimane. Nonostante i soli 189 minuti giocati in stagione, però, Conti ha comunque dimostrato di poter essere decisivo in zona gol, fornendo due assist preziosissimi distribuiti tra campionato e Coppa Italia, oltre ad essere stato protagonista a Gedda di un rigore non concesso al Milan nel finale della Supercoppa Italiana contro la Juventus. La concorrenza in quel ruolo è innegabilmente agguerrita, ma si pone anche un problema dal punto di vista tattico.

PUBBLICITÀ

CONCORRENZA - Davide Calabria e Ignazio Abate stanno fornendo prestazioni di altissimo livello e ciò, inevitabilmente, chiude un po' di spazi a chiunque. Anche ad un talento come Conti. Gattuso, infatti, all'ennesima domanda sul mancato impiego da titolare del nativo di Lecco, ha risposto così nel corso della conferenza stampa post Milan-Napoli di campionato: "Con tutto il rispetto, ma parliamo della prestazione di Calabria e sul perchè non ha giocato Abate con le prestazioni che sta offrendo. Non cominciamo tutte le settimane con le domande con Conti".

QUESTIONE TATTICA - Non è solo una questione di sovraffollamento nel ruolo. Non è un mistero, infatti, che il tecnico calabrese abbia una visione calcistica improntata all'equilibrio tattico. Conti, dotato di grandi qualità nella fase offensiva, nasce ed esprime il meglio come quinto di centrocampo,  supportato da una difesa a tre, modulo che il Milan non contempla. Giocando come terzino in una linea a quattro, invece, le abilità nella fase di non possesso diventano fondamentali. In quell'aspetto, probabilmente, sia Calabria che Abate gli sono superiori. Una possibile soluzione potrebbe essere quella di ruotare i tre in base alla tipologia di partita, in base alle caratteristiche dell'avversario. Conti scalpita, ma ad oggi non è ancora arrivato il suo momento.


Altre notizie
Giovedì 22 Agosto 2019
01:00 News Condò: “Bennacer è una certezza, Correa invece penso sia una scommessa” 00:48 News Di Stefano: “Bennacer è stato un colpo intelligente della dirigenza del Milan” 00:36 Gli ex Crotone, è quasi fatta per Maxi Lopez 00:24 News Milanello, prevista una sola sessione di allenamento per oggi 00:12 News Di Stefano: “Ad Udine il Milan potrebbe schierare gli stessi uomini dell’anno scorso” 00:00 L'editoriale Le due correnti di pensiero sul Milan. Ha bisogno di top player, no basta Giampaolo. La soluzione attesa non da Udine ma a fine settembre
Mercoledì 21 Agosto 2019
23:48 Calciomercato Milan Di Marzio: “L’agente di Correa è a Milano, ma il Milan deve sbloccare la cessione di Silva” 23:36 News PES 2020, il Milan è ancora la squadra sponsor 23:24 News Top 10 Under 23 con più reti in carriera: c’è André Silva 23:12 News Di Stefano: “Leao viene considerato un potenziale campione, ma va disciplinato” 23:00 Gli ex Niente rinnovo per Thiago Silva, a gennaio sarà acquistabile a parametro zero 22:48 Il Milan Femminile Milan femminile, previste altre tre amichevoli 22:36 Social Network Andre Silva su Twitter: “Insisti, resisti e conquista” 22:24 News Serie A, la probabile formazione dell'Udinese alla prima di campionato 22:12 Social Network Milan, il morale è alto, il debutto si avvicina 22:00 Social Network Leao su Instagram: “Presto la Serie A” 21:48 Calciomercato Milan Pescara, chiesto al Milan Pobega per il prossimo anno 21:36 News Marchetti: "Il Milan è a posto ma vuole migliorare. Serve cedere qualcuno davanti, ma non Suso" 21:24 News Theo Hernandez in allenamento: "Continuando a lavorare" 21:12 News E' Sacchi l'allenatore più grande di tutti i tempi secondo 120 tifosi vip