SEZIONI NOTIZIE

Gazzetta - Milan, Leao alla Chiesa: la sfida di Pioli, l’obiettivo è fare di Rafael un riferimento

di Salvatore Trovato
Vedi letture
Foto

Tra le capacità di Pioli c’è anche quella di saper valorizzare i giovani. È successo, ad esempio, alla Fiorentina con Federico Chiesa. Il Milan si augura che possa fare altrettanto con Leao, senza dubbio uno dei migliori talenti dell’attuale rosa. All’inizio della stagione 2017-2018, quella della consacrazione, Chiesa aveva 20 anni, la stessa età di Rafael.

PUBBLICITÀ

POTENZIALE - Il nazionale azzurro è un esterno che unisce qualità e fisico, tecnica e potenza. Leao ha caratteristiche simili: l’abilità unita alla resistenza, la fascia come punto di partenza in direzione della porta avversaria. Come evidenzia La Gazzetta dello Sport, con Pioli in panchina Chiesa ha raddoppiato l’impegno. Ora il nuovo tecnico rossonero ha messo gli occhi proprio sul giovane portoghese: "Ha un grande potenziale - ha dichiarato ieri in conferenza stampa - e deve essere sfruttato".

NEL TRIDENTE - Il talento intravisto nelle prime uscite deve essere espresso con continuità ed è proprio questa una delle prime sfide di Pioli. Già nel fine settimana Leao sarà disponibile a Milanello (l’Under 21 portoghese giocherà una sola gara, domani in Olanda). Chiesa ha funzionato da esterno del tridente, lo stesso ruolo che il nuovo allenatore affiderà a Rafael: entrambi hanno capacità di adattamento al centro, ma sulla fascia strappano meglio. L’ex Lilla avrà lo spazio per esprimersi.


Altre notizie
Venerdì 18 Ottobre 2019
01:00 News Gravina, useremo Var contro buu razzisti 00:48 News Novellino: "Non mi aspettavo l'esonero di Giampaolo, aveva bisogno di tempo e certezze" 00:36 Social Network Gabbia e l'amore per i colori rossoneri 00:23 News Dalla Bona: "Non avrei preso Giampaolo, Pioli mi sembra una scelta di ripiego" 00:11 News Vulpis: "Gazidis è perfetto per la Premier ma la Serie A non è ancora adatta per questi dirigenti
PUBBLICITÀ
00:00 L'editoriale Ora la squadra è senza alibi. Bilancio: il sottile piacere del catastrofismo (e riecco il refrain delle cessioni importanti). Il calcio rivela favole e drammi umani
Giovedì 17 Ottobre 2019
23:44 News Marani: "Il Milan ha preso coscienza dei suoi problemi, Pioli è un uomo realista" 23:31 News Perrone: "Spesso le società tentano rivoluzioni che non riescono" 23:18 News S. Sabatini: "Mandzukic sarebbe una bella idea per il Milan, ma bisognerà pensare prima a chi dovrà partire" 23:06 Gli ex Zapata: "Mi piace Genova, quando venivo a giocare a Marassi era sempre difficile" 22:54 News Rizzoli "arbitri non bene prime 3 gare" 22:42 News Stadio, la risposta di Milan e Inter sulla capienza ed esclusività dello stadio 22:30 News Pagni a MN: "Gli sponsor sono calati, Gazidis non ha ancora fatto vedere nulla da quel punto di vista" 22:18 News Il Milan e le immagini dell'allenamento in vista del Lecce 22:06 News Nasce l'account Twitter ufficiale per il nuovo stadio 21:54 News Bellinazzo: "Per trovare un compratore serve lo stadio, ora il Milan deve abbassare il monte ingaggi" 21:42 News Stadio, la risposta di Milan e Inter sulle tempistiche del progetto 21:30 Primo Piano Il monte ingaggi vera spada di Damocle del Milan attuale. E il problema non sono i big... 21:30 News Pagni a MN: "Milan, la cosa positiva è che non ci sono più Yonghong Li e Berlusconi" 21:18 News Stadio, la risposta di Milan e Inter sulla questione della vocazione sportiva del quartiere