SEZIONI NOTIZIE

Gazzetta - L'estate amara di Piatek: automatismi da imparare e poca presenza in area

di Matteo Calcagni
Vedi letture
Foto

L'edizione odierna de "La Gazzetta dello Sport" si è concentrata su Krzysztof Piatek, il bomber rossonero, macinatore di gol sia col Genoa che col Milan, ritrovatosi a secco per tutto il precampionato. Nemmeno un mese fa, dopo la scelta del 9, raccontava di non badare alla scaramanzia, tutti pensavano si sarebbe sbloccato presto, considerando quanto messo in mostra dal Diavolo contro avversarie blasonate. E invece...

PUBBLICITÀ

LA TATTICA - Il Pistolero non ha mai fatto centro nelle sei amichevoli fin qui disputate, complici alcune occasioni sprecate ed una inusuale mancanza di cattiveria. Va registrato un gol annullato in Kosovo e soprattutto tanto movimento a vuoto. Giampaolo gli chiede movimenti diversi rispetto allo scorso anno: lo si è visto più volte cercare profondità sulle fasce, oppure agire di sponda spalle alla porta. Gli è mancata la presenza in area, sua caratteristica principale, oltre alla scarsa abitudine al nuovo impianto di gioco. Anche a Cesena Piatek si muoveva con una frazione di secondo di ritardo sui suggerimenti di Calhanoglu e Suso.

DIFFICOLTA' DI REPARTO - Una volta appresi gli automatismi il Pistolero si avvicinerà alla porta, ma l'attuale produzione offensiva dei rossoneri non può lasciare tranquilli. Fino adesso, nel precampionato, il Milan ha realizzato soltanto cinque gol: due di Suso, uno di Theo Hernandez, uno di Borini e un autogol. I problemi però non sono soltanto di Piatek: Castillejo non ha caratteristiche da seconda punta, Leao si è mosso bene in Kosovo ma va disciplinato tatticamente, mentre André Silva ha mostrato troppo poco mordente anche a causa del calciomercato.


Altre notizie
Venerdì 18 Ottobre 2019
01:00 News Gravina, useremo Var contro buu razzisti 00:48 News Novellino: "Non mi aspettavo l'esonero di Giampaolo, aveva bisogno di tempo e certezze" 00:36 Social Network Gabbia e l'amore per i colori rossoneri 00:23 News Dalla Bona: "Non avrei preso Giampaolo, Pioli mi sembra una scelta di ripiego" 00:11 News Vulpis: "Gazidis è perfetto per la Premier ma la Serie A non è ancora adatta per questi dirigenti
PUBBLICITÀ
00:00 L'editoriale Ora la squadra è senza alibi. Bilancio: il sottile piacere del catastrofismo (e riecco il refrain delle cessioni importanti). Il calcio rivela favole e drammi umani
Giovedì 17 Ottobre 2019
23:44 News Marani: "Il Milan ha preso coscienza dei suoi problemi, Pioli è un uomo realista" 23:31 News Perrone: "Spesso le società tentano rivoluzioni che non riescono" 23:18 News S. Sabatini: "Mandzukic sarebbe una bella idea per il Milan, ma bisognerà pensare prima a chi dovrà partire" 23:06 Gli ex Zapata: "Mi piace Genova, quando venivo a giocare a Marassi era sempre difficile" 22:54 News Rizzoli "arbitri non bene prime 3 gare" 22:42 News Stadio, la risposta di Milan e Inter sulla capienza ed esclusività dello stadio 22:30 News Pagni a MN: "Gli sponsor sono calati, Gazidis non ha ancora fatto vedere nulla da quel punto di vista" 22:18 News Il Milan e le immagini dell'allenamento in vista del Lecce 22:06 News Nasce l'account Twitter ufficiale per il nuovo stadio 21:54 News Bellinazzo: "Per trovare un compratore serve lo stadio, ora il Milan deve abbassare il monte ingaggi" 21:42 News Stadio, la risposta di Milan e Inter sulle tempistiche del progetto 21:30 Primo Piano Il monte ingaggi vera spada di Damocle del Milan attuale. E il problema non sono i big... 21:30 News Pagni a MN: "Milan, la cosa positiva è che non ci sono più Yonghong Li e Berlusconi" 21:18 News Stadio, la risposta di Milan e Inter sulla questione della vocazione sportiva del quartiere