SEZIONI NOTIZIE

Bonaventura, ritorno con Giampaolo e responsabilità con Pioli: Jack fondamentale per tentare la risalita

di Matteo Calcagni
Vedi letture
Foto

Nella sua ultima intervista come tecnico del Milan, Marco Giampaolo ha parlato di giocatori con responsabilità e giocatori con meno responsabilità, motivando in questo modo le scelte di formazione a Marassi e i conseguenti cambi: "Questa partita all'inizio dovevano giocarla i giocatori con maggiore responsabilità, - ha dichiarato il tecnico abruzzese a Sky - quando siamo andati sott'acqua era giusto giocassero i giocatori con meno responsabilità". Proprio le decisioni del Ferraris hanno influito sulla scelta della società di esonerare l'ex allenatore blucerchiato, la cui gestione è stata caratterizzata dall'eccessiva incertezza tattica.

PUBBLICITÀ

SFODERARE IL TALENTO - Il Milan, per citare Giampaolo, è uscito dall'acqua grazie a Paquetà e Leao, giocatori che, sempre secondo il nativo di Giulianova, avevano meno responsabilità rispetto a quelli che sono stati sostituiti, ovvero Piatek e Calhanoglu. Stefano Pioli è stato ingaggiato proprio per "ordinare" la formazione rossonera, ovvero scegliere un modulo unitario, far fruttare al meglio i singoli calciatori e, teoricamente, schierare il maggior numero di giocatori di talento. E' quindi probabile che lo spazio per il brasiliano e per il portoghese aumenti sensibilmente, responsabilizzandoli immediatamente senza ulteriori periodi di apprendistato. Siamo convinti che il disegno di Giampaolo avrebbe portato i sopracitati a crescere mano a mano fino a diventare calciatori completi, ma non c'è stato abbastanza tempo.

LA RESPONSABILITA' DI BONAVENTURA - Oltre alla vittoria, seppur rocambolesca, la serata di Genova ha portato in eredità un ritorno importante che, con buona probabilità, tornerà utilissimo anche a Pioli. Parliamo chiaramente del rientro di Bonaventura nell'undici titolare, un ottimo rientro se pensiamo al fatto che il marchigiano non giocava dall'inizio in campionato da 349 giorni. Il classe '89 è stato certamente il più positivo dei giocatori schierati a sinistra in questo avvio di Serie A e, guardando la rosa attuale, rappresenta uno dei pochi elementi in grado di innalzare il livello di personalità della squadra. L'ex Atalanta andrà dosato e non abusato, ma se esiste un giocatore di responsabilità a cui affidare la ripartenza della stagione quello è proprio Jack.

Altre notizie
Domenica 16 Febbraio 2020
23:15 Le Interviste Bennacer su Ibrahimovic: "E' un grande campione. Gli chiedo molti consigli" 23:00 News Pagni: "Milan gagliardo ferma una Juve in crisi: di solito con espulsione e rigore vincono facile" 22:45 Le Interviste Commisso: "La Serie A non è un campionato falsato ma l'ultima parola deve essere del Var" 22:30 Le Interviste Klopp: "Il Liverpool si ispira al Milan di Sacchi" 22:15 Le Interviste Bennacer su Pioli: "E' un bravo allenatore, mi sta aiutando tanto"
PUBBLICITÀ
22:00 Le Interviste Vlahovic sui suoi modelli: "Amo Ibrahimovic e Cristiano Ronaldo" 21:45 News Klopp, serie A? scudetto lo vince Lazio 21:30 News Ibrahimovic, che forma fisica: lo svedese corre una media di 8,7 km a partita 21:15 News Donnarumma, contro il Torino il primo rigore parato in Serie A 21:00 News 2019 vs 2020: il Milan nel nuovo anno ha già segnato più gol rispetto alla prima metà della stagione 20:45 News Ibrahimovic, cinque partite e quattro gol contro il Torino 20:30 News Calhanoglu, con il Torino la prima doppietta italiana 20:15 News Serie A, Cagliari-Napoli 0-1: Mertens firma la vittoria degli azzurri 20:00 Primo Piano Probabile formazione Milan: confermati gli 11 della gara contro la Juventus 19:46 News Milan-Torino, Nordhal il primo marcatore in Serie A 19:31 News Cecchi: "Ero perplesso su Ibra ma ha migliorato il Milan" 19:15 News Romagnoli verso la ventiquattresima consecutiva da titolare in Serie A 19:00 News Milan contro il Torino, un solo precedente di lunedì 18:45 News Il Milan raddoppia 18:31 News Milan-Torino in Serie A, i rossoneri non segnano in casa contro il Torino dal 2016