SEZIONI NOTIZIE

Bonaventura, ritorno con Giampaolo e responsabilità con Pioli: Jack fondamentale per tentare la risalita

di Matteo Calcagni
Vedi letture
Foto

Nella sua ultima intervista come tecnico del Milan, Marco Giampaolo ha parlato di giocatori con responsabilità e giocatori con meno responsabilità, motivando in questo modo le scelte di formazione a Marassi e i conseguenti cambi: "Questa partita all'inizio dovevano giocarla i giocatori con maggiore responsabilità, - ha dichiarato il tecnico abruzzese a Sky - quando siamo andati sott'acqua era giusto giocassero i giocatori con meno responsabilità". Proprio le decisioni del Ferraris hanno influito sulla scelta della società di esonerare l'ex allenatore blucerchiato, la cui gestione è stata caratterizzata dall'eccessiva incertezza tattica.

PUBBLICITÀ

SFODERARE IL TALENTO - Il Milan, per citare Giampaolo, è uscito dall'acqua grazie a Paquetà e Leao, giocatori che, sempre secondo il nativo di Giulianova, avevano meno responsabilità rispetto a quelli che sono stati sostituiti, ovvero Piatek e Calhanoglu. Stefano Pioli è stato ingaggiato proprio per "ordinare" la formazione rossonera, ovvero scegliere un modulo unitario, far fruttare al meglio i singoli calciatori e, teoricamente, schierare il maggior numero di giocatori di talento. E' quindi probabile che lo spazio per il brasiliano e per il portoghese aumenti sensibilmente, responsabilizzandoli immediatamente senza ulteriori periodi di apprendistato. Siamo convinti che il disegno di Giampaolo avrebbe portato i sopracitati a crescere mano a mano fino a diventare calciatori completi, ma non c'è stato abbastanza tempo.

LA RESPONSABILITA' DI BONAVENTURA - Oltre alla vittoria, seppur rocambolesca, la serata di Genova ha portato in eredità un ritorno importante che, con buona probabilità, tornerà utilissimo anche a Pioli. Parliamo chiaramente del rientro di Bonaventura nell'undici titolare, un ottimo rientro se pensiamo al fatto che il marchigiano non giocava dall'inizio in campionato da 349 giorni. Il classe '89 è stato certamente il più positivo dei giocatori schierati a sinistra in questo avvio di Serie A e, guardando la rosa attuale, rappresenta uno dei pochi elementi in grado di innalzare il livello di personalità della squadra. L'ex Atalanta andrà dosato e non abusato, ma se esiste un giocatore di responsabilità a cui affidare la ripartenza della stagione quello è proprio Jack.


Altre notizie
Venerdì 18 Ottobre 2019
01:00 News Gravina, useremo Var contro buu razzisti 00:48 News Novellino: "Non mi aspettavo l'esonero di Giampaolo, aveva bisogno di tempo e certezze" 00:36 Social Network Gabbia e l'amore per i colori rossoneri 00:23 News Dalla Bona: "Non avrei preso Giampaolo, Pioli mi sembra una scelta di ripiego" 00:11 News Vulpis: "Gazidis è perfetto per la Premier ma la Serie A non è ancora adatta per questi dirigenti
PUBBLICITÀ
00:00 L'editoriale Ora la squadra è senza alibi. Bilancio: il sottile piacere del catastrofismo (e riecco il refrain delle cessioni importanti). Il calcio rivela favole e drammi umani
Giovedì 17 Ottobre 2019
23:44 News Marani: "Il Milan ha preso coscienza dei suoi problemi, Pioli è un uomo realista" 23:31 News Perrone: "Spesso le società tentano rivoluzioni che non riescono" 23:18 News S. Sabatini: "Mandzukic sarebbe una bella idea per il Milan, ma bisognerà pensare prima a chi dovrà partire" 23:06 Gli ex Zapata: "Mi piace Genova, quando venivo a giocare a Marassi era sempre difficile" 22:54 News Rizzoli "arbitri non bene prime 3 gare" 22:42 News Stadio, la risposta di Milan e Inter sulla capienza ed esclusività dello stadio 22:30 News Pagni a MN: "Gli sponsor sono calati, Gazidis non ha ancora fatto vedere nulla da quel punto di vista" 22:18 News Il Milan e le immagini dell'allenamento in vista del Lecce 22:06 News Nasce l'account Twitter ufficiale per il nuovo stadio 21:54 News Bellinazzo: "Per trovare un compratore serve lo stadio, ora il Milan deve abbassare il monte ingaggi" 21:42 News Stadio, la risposta di Milan e Inter sulle tempistiche del progetto 21:30 Primo Piano Il monte ingaggi vera spada di Damocle del Milan attuale. E il problema non sono i big... 21:30 News Pagni a MN: "Milan, la cosa positiva è che non ci sono più Yonghong Li e Berlusconi" 21:18 News Stadio, la risposta di Milan e Inter sulla questione della vocazione sportiva del quartiere