SEZIONI NOTIZIE

Pagni: "Milan gagliardo ferma una Juve in crisi: di solito con espulsione e rigore vincono facile"

di Gianluigi Torre
Vedi letture
Foto

Bisogna ammetterlo. Il Bollettino non era ottimista. Temeva il contraccolpo psicologico del derby. Invece, è sceso in campo il Milan del primo tempo , quello che ha cancellato l’Inter dalla faccia della stracittadina, facendo vedere il pallone ai nerazzurri solo nello spogliatoio assieme al the.

Una bella sorpresa vedere che il Milan del secondo tempo, quello carta velina che non ha saputo respingere come si deve i cross buttati dentro per gli arieti nerazzurri, contro la Juve non si è visto.

Anzi, l’impressione è che i rossoneri abbiano imparato la lezione. Non solo hanno ripetuto la prestazione del primo tempo del derby giocando alla pari con la Juventus, vincendo la partita ai punti. Ma lo hanno fatto per tutta la gara, fino al 97, chiudendo in avanti e con l’ultimo tiro in porta a loro favore. Buffon è stato il migliore in campo dei suoi, mentre Donnarumma non ha dovuto fare una parata degna di questo nome.

PUBBLICITÀ

Una prestazione gagliarda. Forse troppo nervosa. Non bisogna mai cadere nella trappola della reazione per i giochetti i tacchetti e il palleggio irriverente degli juventini. Nè mai bisogna reagire a un fischio sbagliato. Ma magari i rossoneri avessero giocato con la foga, la cattiveria e ricorrendo a qualche entrata come hanno fatto stasera…. nel secondo tempo del derby.

Va detto, però, che la Juve vista stasera non vale l’Inter. A lungo è stata messa sotto dal Milan come da anni non si vedeva. C’è voluta una espulsione e un rigore al 90.o per portare a casa un pareggio. Che con tutta probabilità proietta gli juventini in finale, visto che a Torino mancheranno Ibra, Hernandez e Castillejo. Ma senza quel rigore non avrebbero mai segnato stasera, a dimostrazione di come abbiamo il fiato corto. Perché di solito, quando gli avversari rimangono in dieci e arriva un rigore al 90.0 queste partite la Juventus che conosciamo da anni le vincono facili.

Post scriptum

Se l’interpretazione dei falli di mano è questa, vuole dire che sempre di più (perchè già lo fanno) gli attaccanti entreranno in area tirando non in porta ma agli arti superiori appena sono leggermente staccati. Regola demente e demente chi la applica

Altre notizie
Giovedì 20 Febbraio 2020
01:00 Le Interviste Hübner su Maldini: "Mi chiese la maglia prima di un Brescia-Milan" 00:48 Le Interviste Teotino sul Milan: "Spesso subentra la paura di perdere il risultato" 00:36 News La classifica di Serie A nel 2020: Milan quinto 00:24 News Gabbia, il numero 46 è stato lo stesso d'esordio di Romagnoli con la Roma 00:12 Le Interviste Teotino su Bennacer: "E' un giocatore affidabile ma gli manca un po' di qualità per fare il regista"
PUBBLICITÀ
00:00 L'editoriale I francesi sicuri: Ralf Rangnick ha firmato con il Milan. Elliott smentisce ma è troppo tardi. Dopo la bocciatura di Maldini sarebbe un’anatra zoppa
Mercoledì 19 Febbraio 2020
23:48 Le Interviste Shaw, terzino Manchester United: "Presi un tunnel da Pogba e Ibra mi prese in giro per tre settimane" 23:36 News Rigori concessi nel 2020 nelle top leghe europee: Italia prima 23:24 News Rebic, i suoi numeri nel 2020 in Serie A 23:12 Le Interviste Sordo: "Ibrahimovic è stato preso per spronare l'ambiente" 23:00 News Champions League, i risultati della serata: l'Atalanta schianta il Valencia, successo del Lipsia sul Tottenham 22:48 Social Network MilanNews.it sui social: seguici su Instagram, Facebook e Twitter 22:36 News Calcio: City all'Uefa "Vogliamo un processo equo" 22:24 Le Interviste Cagni su Gabbia: "Mi ha impressionato, può fare carriera" 22:12 News acmilan - La nona di Gigio 22:00 News Massarini: "Paquetá un giocatore che deve ritrovarsi" 21:48 Da Milanello Milan, domani allenamento nel pomeriggio 21:36 News D. Massara: "Ibra è quello che mette più paura agli avversari" 21:24 News Serie A e serie B in campo per l'Ospedale Meyer 21:12 Settore Giovanile Under 18, il derby va all'Inter: vittoria per 2-0 sui pari età rossoneri