SEZIONI NOTIZIE

Giovani, i valori di un settore

di Daniel Speranza
Fonte: AC Milan Official App
Vedi letture
Foto

Il CIES Football Observatory ha analizzato, anche per il 2018-2019, i club che hanno portato più calciatori tra i professionisti. Lo studio si è basato sui calciatori attivi nei top 5 campionati europei, sulla base delle società calcistiche che li hanno formati. Secondo la definizione UEFA, i club di formazione sono quelli in cui i calciatori hanno giocato per almeno tre stagioni tra i 15 e i 21 anni.

Per quanto riguarda la Serie A, i club italiani che hanno formato il maggior numero di calciatori, che nel 2019 militano nei top 5 tornei europei, sono Atalanta, Milan e Roma. I bergamaschi e i rossoneri hanno mantenuto gli stessi numeri dello scorso anno, mentre i giallorossi sono scesi di due calciatori. Seguono la Fiorentina e l'Inter, con 13 calciatori formati. I nerazzurri si trovavano al primo posto nel ranking del 2018, con 21 giocatori.

PUBBLICITÀ

Un dato lusinghiero che certifica una attitudine, una vocazione, una struttura. Il settore giovanile di un grande club come il Milan muove ogni weekend tantissimi ragazzi, impegnati su tutti i fronti e su tutti i campi. Anche fra le categorie dei più piccoli, che non esordiranno domani mattina ai vertici del calcio italiano ma che stanno comunque affrontando un gradino dopo l'altro tutte le tappe della loro crescita. Se poi arrivano gratificazioni importanti già in tenera età, è comunque importante per suscitare entusiasmo e generare motivazioni.

Nei giorni scorsi ben cinque squadre rossonere (Pulcini 2010, Esordienti 2011, Piccoli amici 2012, Pulcini 2011 e Esordienti 2012) hanno giocato sul campo dei pari età della Juventus, vincendo tutte e cinque le gare. Ma con squisitezza e sensibilità, Cristiano Ronaldo a fine giornata ha posato con i ragazzini di entrambe le squadre. Un grande gesto. 


Altre notizie
Giovedì 14 Novembre 2019
01:00 News Tonali: "Io e Pirlo diversi, Gattuso il mio idolo da bambino" 00:48 News Kessie, due gare consecutive senza giocare: non era mai successo da quando è al Milan 00:36 News Lodetti: "I risultati non sono migliorati con Pioli, la squadra deve fare un esame di coscienza" 00:24 La lettera del tifoso LA LETTERA DEL TIFOSO: "Dai che ci siamo" di Fabrizio 00:12 News A. Di Gennaro: "Montolivo? Chiaro ci fosse qualcosa contro il giocatore"
PUBBLICITÀ
00:00 L'editoriale Il Milan ha bisogno di tutti, da domani anche di Kessiè. La "marea" di cartellini gialli è un deficit inquietante. Bennacer e Calha non sono diventati picchiatori
Mercoledì 13 Novembre 2019
23:48 L'Avversario Napoli, oggi lavoro personalizzato per Allan, Ghoulam e Manolas 23:25 MILAN FEMMINILE Vitale con Hovland in vista di Milan-Juventus 23:12 Social Network Milan, l'allenamento continua anche durante la sosta per le nazionali 23:01 Da Milanello Milanello, domani allenamento al mattino 23:00 News Ibrahimovic lascia i Galaxy, è ufficiale: la nota del club 22:49 News Daino: "Nonostante l'età, Ibra si può accostare sia al Milan che ad altre piazze" 22:37 News Wenger "La mia energia per nuovo calcio" 22:25 News G. Di Marzio: "Se il Napoli non vincesse col Milan la città diventerebbe una polveriera" 22:13 News Lodetti: "Ibra un grande ma ha quasi quarant'anni" 22:01 News Monza, Antonelli: "Galliani è riuscito a prendere Paletta grazie al rapporto che aveva con lui" 21:49 News Di Marzio: "Il Milan era pronto a un grande sacrificio per Demiral" 21:37 News Tweet razzista, 1 turno a Bernardo Silva 21:34 Primo Piano Ibra saluta i LA Galaxy a modo suo: "La storia continua...ora tornate a guardare il baseball" 21:24 Il Sondaggio Sondaggio MN - Quale reparto va rinforzato a gennaio?