SEZIONI NOTIZIE

E' Sacchi l'allenatore più grande di tutti i tempi secondo 120 tifosi vip

di Redazione MilanNews
Vedi letture
Foto

La Boschi con Salvini vota l’Arrigo (così come Cracco, Abatantuono, Nibali e Renzo Rosso), Laura Pausini si schiera con Ancelotti insieme a Claudio Bisio, Andrea Dovizioso e Melissa Satta. Massimo Boldi, Gerry Scotti e Paolo Conte stanno con Nereo Rocco, Malika Ayane con Capello, il Duca d’Aosta con il Barone Liedholm e Miss Italia con Gattuso.

Maria Elena Boschi vota come Matteo Salvini e si dissocia dal compagno di partito Enrico Letta. Elezioni politiche? No, il Milan che quest’anno compie 120 anni: per i primi due infatti è Arrigo Sacchi l’allenatore più grande di sempre, per Letta è Ancelotti. Il piddino Gianni Cuperlo è alleato con il segretario della Cgil Maurizio Landini nell’eleggere Nereo Rocco numero uno, la forzista Lara Comi al contrario rompe l’alleanza con il leghista Roberto Maroni: lei è per Capello, lui per il Profeta di Fusignano. Per Fausto Bertinotti il massimo invece è Gipo Viani.

Ma non sono solo queste le curiosità dell’indagine condotta dalla rivista “120 Milan” che ha coinvolto 120 personalità del mondo della politica, dello spettacolo, della cultura e del giornalismo per celebrare i 120 anni del Diavolo sulla domanda: chi è l’allenatore degli allenatori del Milan, il più grande tra i più grandi? Arrigo Sacchi, protagonista di una lunga intervista esclusiva sullo stesso numero di  “120 Milan”, a 30 anni dalla conquista della sua prima Coppa dei Campioni, ha conquistato la vittoria con 51 voti contro i 30 di Carlo Ancelotti e i 25 di Nereo Rocco. Seguono Capello (6), Liedholm (5) e Gattuso, Viani e Zaccheroni (1).

L’indagine rivela che anche gli chef sono divisi sulla Panchina d’oro: Berton è per Capello, Cracco per Sacchi. Nereo Rocco piace a Massimo Boldi, Gerry Scotti e Tony Capuozzo. Ma anche al presidente delle Rai Marcello Foa: “È l’uomo che, bambino, mi ha fatto innamorare del Milan”. Il ciclismo è tutto per l’Arrigo: Nibali, Aru, Cunego e Basso (ma l’ex campione del mondo Fondriest corre per Rocco), così come gli ori olimpici Gelindo Bordin, Alberto Cova, Antonio Rossi e Diana Bianchedi; la Bellezza invece sposa Ancelotti: Giorgia Palmas, Martina Hamdi e Melissa Satta votano Carletto. Eleonora Benfatto, Miss Italia 1989, l’anno di Milan-Steaua, elegge Sacchi, Miss Italia 2017 Alice Rachele Arlanch, sta, a sorpresa, con Ringhio Gattuso “per tutto quello che ha dato al Milan anche da calciatore”.

PUBBLICITÀ

Per Ancelotti scende in campo la regina della musica Laura Pausini: “L’ho amato e ho tifato al suo fianco negli anni d’oro, ha saputo tirar fuori il mio lato più sfegatato. Ricordo la Supercoppa europea a Montecarlo, sono stata con Carlo e i miei giocatori del cuore a festeggiare cantando per tutta la notte avvolta dalla bandiera rossonera”. Spera che Carletto un giorno torni a Casa (Milan). E con lei i rapper Emis Killa e Ghali. Paolo Conte e Iva Zanicchi scelgono Nereo Rocco, Malika canta per Capello, Nek per Alberto Zaccheroni, l’allenatore dello scudetto del Centenario.

C’è amore e riconoscenza anche per il barone Liedholm che conquista, noblesse oblige, il duca Amedeo di Savoia-Aosta (ma anche Giorgio Mastrota e Leonardo Manera).

Altre curiosità? Tra le regine dei programmi sportivi Federica Fontana punta su Ancelotti, Paola Ferrari su Sacchi così Striscia la Notizia, cioè Max Laudadio, il mago Casanova e Valerio Staffelli, e il mondo della comicità: Diego Abatantuono, Angelo Pintus, Franz di Ale e Franz e Teo Teocoli. Cochi Ponzoni è con Rocco, Claudio Bisio con Ancelotti. Giornalisti: Claudio Brachino, Andrea Vianello, Andrea Scanzi e Carlo Pellegatti vanno con Sacchi;  Federico Buffa e Piero Sansonetti con Rocco; Lanfranco Pace con Liedholm. Anche tra i vincitori dei reality non c’è unanimità: l’attore Nino Formicola, più noto come Gaspare, è con Rocco, l’ex pugile Giacobbe Fragomeni con Ancelotti, il dj Daniele Bossari  è  con Sacchi, come il presentatore Alvin. Lo sport infine: Dovizioso e Manassero stanno con Ancelotti, Gallinari con Sacchi, Pozzecco con Rocco.

E Giampaolo? Piace a Andrea Giuliani (che però vota Ancelotti): “Prevedo un inizio nuvoloso con graduali schiarite e con un finale decisamente soleggiato”.

Nel numero di 120 Milan anche la leggendaria sfida George Best-Angelo Anquilletti e la Franco Baresi story in pillole.


Altre notizie
Venerdì 18 Ottobre 2019
01:00 News Gravina, useremo Var contro buu razzisti 00:48 News Novellino: "Non mi aspettavo l'esonero di Giampaolo, aveva bisogno di tempo e certezze" 00:36 Social Network Gabbia e l'amore per i colori rossoneri 00:23 News Dalla Bona: "Non avrei preso Giampaolo, Pioli mi sembra una scelta di ripiego" 00:11 News Vulpis: "Gazidis è perfetto per la Premier ma la Serie A non è ancora adatta per questi dirigenti
PUBBLICITÀ
00:00 L'editoriale Ora la squadra è senza alibi. Bilancio: il sottile piacere del catastrofismo (e riecco il refrain delle cessioni importanti). Il calcio rivela favole e drammi umani
Giovedì 17 Ottobre 2019
23:44 News Marani: "Il Milan ha preso coscienza dei suoi problemi, Pioli è un uomo realista" 23:31 News Perrone: "Spesso le società tentano rivoluzioni che non riescono" 23:18 News S. Sabatini: "Mandzukic sarebbe una bella idea per il Milan, ma bisognerà pensare prima a chi dovrà partire" 23:06 Gli ex Zapata: "Mi piace Genova, quando venivo a giocare a Marassi era sempre difficile" 22:54 News Rizzoli "arbitri non bene prime 3 gare" 22:42 News Stadio, la risposta di Milan e Inter sulla capienza ed esclusività dello stadio 22:30 News Pagni a MN: "Gli sponsor sono calati, Gazidis non ha ancora fatto vedere nulla da quel punto di vista" 22:18 News Il Milan e le immagini dell'allenamento in vista del Lecce 22:06 News Nasce l'account Twitter ufficiale per il nuovo stadio 21:54 News Bellinazzo: "Per trovare un compratore serve lo stadio, ora il Milan deve abbassare il monte ingaggi" 21:42 News Stadio, la risposta di Milan e Inter sulle tempistiche del progetto 21:30 Primo Piano Il monte ingaggi vera spada di Damocle del Milan attuale. E il problema non sono i big... 21:30 News Pagni a MN: "Milan, la cosa positiva è che non ci sono più Yonghong Li e Berlusconi" 21:18 News Stadio, la risposta di Milan e Inter sulla questione della vocazione sportiva del quartiere