SEZIONI NOTIZIE

acmilan - I segreti del Barone, i misteri del Mago

di Manuel Del Vecchio
Fonte: acmilan.com
Vedi letture
Foto

Sembrava destinato a fare il ragioniere, il papà lo voleva avvocato, stava per innamorarsi dell'hockey su ghiaccio ma è poi diventato una renna svedese del grande calcio. Nils Liedholm è stato il terminale del Gre-No-Li da giocatore, si è imposto come il Barone per eccellenza da allenatore. Da giocatore non sbagliava mai un passaggio, sapeva prevedere come gli arrivava la palla e cosa ne avrebbero fatto i compagni di squadra dopo il suo assist.

La sua carriera da giocatore è durata 19 anni, quella da allenatore quasi il doppio. Ecco perché voleva continuare a prevedere il futuro, anche in panchina. Il suo grande confidente suggeritore era un astrologo, Mario Maggi, presto ribattezzato il Mago. Il Maggi praticava a Busto Arsizio. Siamo nel varesotto, Busto Arsizio, Milanello, il passo è breve. Il mago Maggi e il Barone Liedholm si conoscono. Il primo a farne le spese fu Giorgio Biasiolo, uno di quegli inossidabili milanisti degli anni Settanta, grande amico di Angelo Anquilletti.

PUBBLICITÀ

Dopo oltre 200 partite ufficiali nel Milan e 4 coppe vinte, il centrocampista rossonero venne messo da Liddas sulla lista dei partenti: "Seppi poi che era stato il Mago a dirgli che era meglio non insistere più su di me", avrebbe poi raccontato Biasiolo, "e ci rimasi male". Un Mago sempre più influente. Nel novembre del 1978, in un derby che si sarebbe rivelato decisivo per la Stella del decimo Scudetto, all'ultimo non gioca Gianni Rivera. Al suo posto Giovanni Sartori, oggi dirigente sportivo. Qualcuno pensava fosse per un infortunio tenuto nascosto, altri pensavano fosse per i bioritmi. In realtà era stato il Mago: tieni fuori Gianni e vincerai il derby. Il Milan vinse naturalmente 1-0, con l'influsso decisivo degli astri che lasciarono l'Inter in 10 con l'espulsione di Altobelli.

A Scudetto vinto, in estate, il Maggi disse a Liddas: non andare in tournée in Argentina, un allenatore del Milan perderà la vita. E toccò al povero Alvaro Gasparini, il suo allenatore in seconda. Altri giri, altre magie. Nell'estate del 1979, ormai passato alla Roma, Nils confessa: "Credo negli astri, Ancelotti diventerà un campione". Così fu e non solo alla Roma, ma anche e soprattutto nel Milan. E il Barone sarebbe poi tornato nel Milan, dopo aver perso la finale di coppa dei Campioni contro il Liverpool all'Olimpico, cosa che il Mago gli aveva predetto: "Ho detto a Maggi di non dirmi più i risultati in anticipo, altrimenti durante la partita mi annoio". Ma il tocco magico del Mago di Busto sarebbe finito proprio in contemporanea con la fine della carriera ad alto livello di Liedholm.

Maggi infatti nella primavera del 1987 aveva pronosticato che Arrigo Sacchi avrebbe toppato nel Milan e che avrebbero toppato anche Gullit e Van Basten. Per lui e per tutti i Milanisti, stava per nascere tutta un'altra Storia, assolutamente non prevedibile e non pronosticabile.

Altre notizie
Martedì 10 Dicembre 2019
08:13 Rassegna Stampa Corriere dello Sport: "Zlatan, duello segreto tra Milan e Napoli" 08:00 Rassegna Stampa La Gazzetta dello Sport: "Ibra ha scelto il Milan" 07:55 Primo Piano CorSera - Ibra a un passo dal Milan: trattativa avanzata, resta da definire la durata del contratto 07:48 News Casa o trasferta? Il Milan ha conquistato più punti fuori dalle mura amiche 07:36 News Calcio: Uva "no a super Champions, ucciderebbe campionati"
PUBBLICITÀ
07:24 Le Interviste Pasqual: "Avevo consigliato Bennacer e Krunic a Pradè" 07:12 News TMW - Segnare, crossare, difendere. In that order. Così Hernandez sembra Bale 07:00 Le Interviste Tognazzi: "Ibra? Per Elliott significherebbe fare un'eccezione rispetto alla linea tenuta finora" 01:09 Primo Piano Gazzetta - Ibra verso il Milan, da risolvere solo la formula del contratto 01:00 News Teotino: "Il problema del Milan è la poca continuità tecnica" 00:48 La Primavera Settore giovanile, i risultati del weekend: Primavera campione d'inverno 00:36 Le Interviste Biasin: "Complimenti a Pioli, ha cambiato faccia al Milan" 00:24 Gli ex Napoli, Ancelotti: "Se ho mai pensato ad un psicologo? Al Milan fu di grande aiuto" 00:12 News Zapelloni su Bonaventura: "Può diventare importante anche per la Nazionale" 00:00 L'editoriale Ibrahimovic sfrutta il Milan, il vero acquisto è Bonaventura. La gaffe del club con i figli di Rocco
Lunedì 9 Dicembre 2019
23:48 Il Match TMW - Villa: "Bologna, mi aspettavo più rabbia. Ibra, peccato" 23:36 Social Network Bennacer soddisfatto: "Ieri sera bella vittoria in trasferta" 23:24 Calciomercato Milan Haaland non pensa alla Serie A: "Sono concentrato sul Salisburgo" 23:12 News Eranio incorona Theo: "Può diventare il giocatore più forte del ruolo" 23:00 News Rosetti (presidente arbitri UEFA): "VAR da migliorare ma non si torna indietro"