Pudło a MN: "Piątek programmato come un robot fin da bambino. Merito del padre perché..."

di Daniele Castagna
articolo letto 32613 volte
Foto

Adrian Pudło, giornalista di TVP e TVP Sport, ha rilasciato una lunga intervista esclusiva a MilanNews.it. Queste le sue parole sull'infanzia di Piątek: "Parte tutto da suo padre. Non era un calciatore famoso, nemmeno un'atleta di livello qui in patria. Probabilmente giocava tra gli amatori ma è stato cruciale per la crescita di Krzysztof. Ha sempre avuto le idee chiare per il figlio, doveva essere un grande attaccante e non ha mai smesso di aiutarlo. Come se avesse programmato un robot. Fino all'età della patente di Krzys, ogni giorno lo ha accompagnato agli allenamenti guidando per più di un'ora e mezza". 


Altre notizie
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy