Calhanoglu è tranquillo: "Non mi sento sotto pressione se non segno, l'importante è lavorare per la squadra"

di Enrico Ferrazzi
articolo letto 13416 volte
Foto

Finora, Hakan Calhanoglu ha segnato un solo gol in campionato. Il giocatore turco non è però preoccupato, come ha spiegato alla Gazzetta dello Sport: "Non mi sento sotto pressione se non segno. L’importante è lavorare per la squadra e non essere egoisti, io faccio 12-13 chilometri a partita e lavoro per il gruppo. Ritengo positive le mie prestazioni. Mi sento bene. Punizioni? Io continuo a pensare di essere fra i migliori sotto questo aspetto. Ripeto, la cosa non mi fa sentire sotto pressione".
 


Altre notizie
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy