SEZIONI NOTIZIE

Senza Ibra manca un numero 9. In estate ne arriveranno due...

di Andrea Longoni
Vedi letture
Foto

L'infortunio di Ibra è stata una mazzata sull'umore della squadra e anche sulle sorti del campionato rossonero. Assenza, questa, che evidenzia le lacune di una rosa che oggi con i soli Rebic e Leao non può contare su un vero numero 9. Problema che avevamo già sollevato, invano, a gennaio: è stato giusto puntare su Ibra, ma clamorosamente sbagliato non prevederne un'alternativa. La speranza è che la prossima sarà una rosa completa: sicuramente giovane, ma con le giuste alternative in ogni ruolo, anche perchè la stagione 20-21 sarà molto più densa e concentrata, con meno riposi e maggior necessità di ricambi.

Da Leao ci si aspetta il salto di qualità, ma non sembra decisamente dietro l'angolo per quanto fatto vedere finora in campo. Non solo. Il suo limite sembra essere la testa: in questo senso il maxi risarcimento che dovrà riconoscere allo Sporting Lisbona (16,5 milioni, salvo nuovi colpi di scena) rischia di essere un ulteriore enorme ostacolo alla crescita del ragazzo. Il portoghese resterà, per forza di cose: il Milan ci ha puntato pochi mesi fa, e nessuno busserà in via Aldo Rossi per l'attaccante ex Lille.

PUBBLICITÀ

Capitolo Rebic: il croato dovrà ripredere da dove aveva lasciato e cioè ottime prestazioni a suon di gol. Capiremo inoltre quanto c'era di Ibra nella sua esplosione. Alcune voci lo raccontano perplesso di fronte al probabile arrivo di Rangnick con cui, pare, il rapporto si era sfilacciato ai tempi del Lipsia. Sicuramente resterà al Milan anche l'anno prossimo: non avrebbe senso lasciarlo partire, per una questione tecnica oltre che economica, visto che è in prestito fino al 2021. Risulta anche che Almstadt, braccio destro di Gazidis, abbià già avviato i discorsi sul riscatto del cartellino con Peter Fischer, presidente dell'Eintracht. Tra i due esiste un rapporto di amicizia che è stato decisivo anche per l'arrivo della punta la scorsa estate.

Se, come probabile, Ibra non verrà confermato per la prossima stagione, il Milan dovrà acquistare due punte in estate. L'idea è di puntare su un giocatore 'certezza', anche giovane ma che abbia già una discreta esperienza in Europa, e un giovanissimo da lanciare. Jovic resta la prima scelta: il serbo in estate sarà a bilancio per il Real Madrid a 50 milioni, troppi per il Milan, che punta a un prestito biennale per poterlo pagare tra due anni 30 milioni.  Che il diretto interessato voglia restare a Madrid per giocarsi le sue carte, come scritto nei giorni scorsi da Marca, non trova conferme: la Milano rossonera è meta gradita.

Altre notizie
Giovedì 09 luglio 2020
23:36 News Helveg: "Terrei Ibra non solo per un altro anno, più importante dei 'mini fenomeni'" 23:24 News Milan, 25 gol nel girone di ritorno: è già a +7 rispetto all'andata 23:12 Le Interviste Daino: "Pioli è un grande gestore di risorse. La presenza di Ibra ha inciso" 23:00 News Milan, i numeri di Theo Hernandez in stagione 22:49 Le Interviste Krol: "Se ci fosse stato De Ligt con il Milan, la Juventus non avrebbe subito tre gol in 6 minuti"
PUBBLICITÀ
22:36 Le Interviste Zapelloni: "Ibrahimovic ha una personalità incredibile. Va tenuto" 22:24 News Ribéry non lascia Firenze "Viola per sempre" 22:12 News Milan, con Ibrahimovic in campo 1.9 punti di media: senza lo score si abbassa a 1.4 22:00 News Bucchioni: "Non so come il Milan abbia fatto a mandare via Gattuso. Pioli è visto come un normal-one" 21:48 News Rigori concessi: su 152 assegnati, solo 45 sono stati per fallo di mano 21:48 News Dalla Figc nuove risorse per lo sviluppo dei vivai 21:36 Le Interviste Pellizzari: "Rangnick è una figura interessante ma è incompatibile con il calcio italiano" 21:24 News Coronavirus: Bulgaria; aumentano casi, chiuse tribune stadi 21:12 Calciomercato Milan Di Marzio: "Stasera Rangnick osserva Pessina, da capire se può far parte del Milan del futuro" 21:00 News Ibrahimovic, che numeri con la Juventus: primo per tiri in porta e occasioni da gol create 21:00 Primo Piano André Silva, Rebic e la clausola pro Fiorentina: come Milan ed Eintracht potrebbero trovare la quadra 20:48 News Valentini a QSVS: "Il futuro di Maldini potrebbe essere in FIGC" 20:35 News Calcio: Malagò, così appassiona meno ma soluzione migliore 20:24 News Tanti auguri a Paolo Di Canio! 20:12 Social Network 9 luglio 2006, l'Italia è campione del mondo: il ricordo social del Milan