ESCLUSIVA MN - Agostinelli: “Milan, giusto ripartire da Suso. Serve un bomber da 20 gol. Silva? Non lo cederei a titolo definitivo”

di Enrico Ferrazzi
articolo letto 32561 volte
Foto

La redazione di Milannews.it ha contattato in esclusiva Andrea Agostinelli, ex giocatore della Lazio e attuale commentatore di Premium Sport. Con lui abbiamo parlato del grande centravanti che serve al Milan, dell’importanza di Suso, del recupero di Conti e del futuro di André Silva, Ricardo Rodriguez e Locatelli.

Sig.Agostinelli, partiamo da André Silva. Secondo lei il portoghese dovrebbe essere ceduto oppure il Milan farebbe bene a puntare ancora su di lui?

“E’ un ragazzo che non è ancora esploso e non ha ancora fatto vedere tutte le sue qualità. Devo dire che onestamente pensavo facesse meglio, però se fossi il Milan non lo perderei definitivamente perché per me ha le doti del grande giocatore. Io gli darei un’altra chance o comunque al massimo lo cederei in prestito”.

Il Milan sta cercando comunque un grande attaccante. Che caratteristiche deve avere?

“Deve essere un giocatore completo, un top. Al Milan serve un giocatore in grado di andare in doppia cifra nel nostro campionato. Di attaccanti in grado di arrivare a 20 reti in Serie A ce ne almeno 6 o 7. Il Milan deve prendere un centravanti da almeno 20 gol”.

Il Milan fa bene a ripartire da uno come Suso?

“Assolutamente sì. Io credo sia un giocatore che sa fare la differenza, lo reputo uno dei fantasisti più forti del nostro campionato”.

Passando invece a Ricardo Rodriguez, anche lei, come molti tifosi milanisti, si aspettava di più lui?

“Devo dire di sì. E’ un buon giocatore, molto lineare, ma più di questo non ha mai fatto. A livello tecnico mi aspettavo di più, così come mi aspettavo potesse essere più decisivo sulla sinistra. È un giocatore un po’ monocorde, mi aspettavo di più”.

Andrea Conti può essere il nuovo acquisto del Milan per la prossima stagione?

“Sicuramente può essere come un nuovo acquisto per il Milan, però devo dire che mi è piaciuta molto anche la crescita di Calabria. Bisogna comunque vedere come sta Conti dopo un anno di inattività”.

L’ultima cosa che le chiedo è su Locatelli. Secondo lei dovrebbe restare ancora a fare il vice-Biglia oppure gli converrebbe andare a giocare con continuità?

“Credo che Locatelli abbia bisogno di giocare di più. Non vorrei che continuando a fare il vice e giocando poco, possa perdere le sue qualità, che sono sicuramente importanti. Quindi sarei d’accordo se venisse mandato in prestito a giocare con continuità, ma ovviamente il primo ad essere d’accordo deve essere lui. Un giovane come lui ha bisogno di giocare più”.


Altre notizie
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy