SEZIONI NOTIZIE

Milan, quindici giorni per acquistare la seconda punta

di Antonio Vitiello
Vedi letture
Foto

Una delle maggiori risposte che ha dato il pre campionato del Milan nel corso del mese di luglio e agosto, è che la squadra ha bisogno ancora di un importante innesto in attacco. Il tempo inizia a stringere ma la dirigenza rossonera è consapevole che manca ancora un fondamentale tassello per rendere più efficace il reparto offensivo a disposizione di Marco Giampaolo. Il Milan ha segnato poco in queste partite, l’ha fatto con Suso, e mai con Piatek e questo è un primo dato. Nulla di allarmante, ma si tratta di un leggero ritardo nella condizione fisica spiegato anche dal tecnico dopo il recente pareggio a reti bianche contro il Cesena: “I report che abbiamo evidenziano che Piatek ha un indice molto alto rispetto a tutti gli altri che consiste nella percezione della fatica, ed è quello che la sconta più di tutti, quindi è colui che deve smaltirla più degli altri”. Quindi il polacco deve cercare di accelerare per farsi trovare pronto all’esordio contro l’Udinese, e sbloccarsi proprio nel momento più importante.

PUBBLICITÀ

Ma oltre a Piatek l’attacco del Milan ha in dote poche reti. Il polacco se si confermerà goleador riuscirà a risolvere gran parte delle partite dei rossoneri, ma Andrè Silva e Castillejo sono considerati molto leggeri in area di rigore. Rafael Leao è una grande promessa ma per ora non ha dato l’impressione di essere molto freddo in zona gol. Ecco perché servirebbe almeno un altro innesto importante, e secondo la dirigenza il nome sarebbe quello di Angel Correa, anche lui non un bomber ma sicuramente utile a far segnare attaccanti e centrocampisti. L’affare è ancora bloccato e servirebbe un passo in avanti del Milan o dell’Atletico per uscire dal pantano. I rossoneri però non hanno intenzione di andare oltre i 40 milioni più 5 di bonus offerti un mese fa.


Altre notizie
Venerdì 18 Ottobre 2019
01:00 News Gravina, useremo Var contro buu razzisti 00:48 News Novellino: "Non mi aspettavo l'esonero di Giampaolo, aveva bisogno di tempo e certezze" 00:36 Social Network Gabbia e l'amore per i colori rossoneri 00:23 News Dalla Bona: "Non avrei preso Giampaolo, Pioli mi sembra una scelta di ripiego" 00:11 News Vulpis: "Gazidis è perfetto per la Premier ma la Serie A non è ancora adatta per questi dirigenti
PUBBLICITÀ
00:00 L'editoriale Ora la squadra è senza alibi. Bilancio: il sottile piacere del catastrofismo (e riecco il refrain delle cessioni importanti). Il calcio rivela favole e drammi umani
Giovedì 17 Ottobre 2019
23:44 News Marani: "Il Milan ha preso coscienza dei suoi problemi, Pioli è un uomo realista" 23:31 News Perrone: "Spesso le società tentano rivoluzioni che non riescono" 23:18 News S. Sabatini: "Mandzukic sarebbe una bella idea per il Milan, ma bisognerà pensare prima a chi dovrà partire" 23:06 Gli ex Zapata: "Mi piace Genova, quando venivo a giocare a Marassi era sempre difficile" 22:54 News Rizzoli "arbitri non bene prime 3 gare" 22:42 News Stadio, la risposta di Milan e Inter sulla capienza ed esclusività dello stadio 22:30 News Pagni a MN: "Gli sponsor sono calati, Gazidis non ha ancora fatto vedere nulla da quel punto di vista" 22:18 News Il Milan e le immagini dell'allenamento in vista del Lecce 22:06 News Nasce l'account Twitter ufficiale per il nuovo stadio 21:54 News Bellinazzo: "Per trovare un compratore serve lo stadio, ora il Milan deve abbassare il monte ingaggi" 21:42 News Stadio, la risposta di Milan e Inter sulle tempistiche del progetto 21:30 Primo Piano Il monte ingaggi vera spada di Damocle del Milan attuale. E il problema non sono i big... 21:30 News Pagni a MN: "Milan, la cosa positiva è che non ci sono più Yonghong Li e Berlusconi" 21:18 News Stadio, la risposta di Milan e Inter sulla questione della vocazione sportiva del quartiere