Mezzali in abbondanza, quante soluzioni. Torna Pasalic, riposa Kucka?

di Daniele Castagna
articolo letto 13750 volte
Foto

Vincenzo Montella, tra necessità e virtù, si diverte anche così, continuando a mischiare le carte in tavola. Più precisamente le pedine del proprio centrocampo, autentico reparto mutaforme in questa lunga volata europea. Ciò che sembra fisso e cristallizzato ad inizio stagione, pare ora superato e soverchiato da gerarchie e rivelazioni lungo il cammino. In questo, il ruolo della mezzala è la certezza dell’incertezza, il manifesto del ballottaggio.

TUTTO CAMBIA - A riguardarlo oggi, il primo centrocampo disegnato da Montella potrebbe quasi appartenere ad un’altra stagione: Kucka, Montolivo e Bonaventura contro il Torino. Chi dei tre potrebbe esserci domenica contro l’Empoli? Nessuno, o quasi. Col passare dei mesi, tra infortuni e scelte, il mister campano ha fatto ruotare profondamente il proprio reparto, stravolgendolo in ogni volto. Considerando fuori dal discorso Montolivo e Jack, inserendo invece Andrea Bertolacci al gruppo (ormai prossimo al rientro) sono addirittura in 8 per tre ruoli, un numero enorme per una rosa che affronta solo una competizione. 8 atleti, 8 profili differenti, 8 soluzioni diverse. 

8 DIVISO 3 - Come in un appello scolastico, in rigoroso ordine alfabetico: Bertolacci, Fernandez, Honda, Kucka, Locatelli, Pasalic, Poli, Sosa. Dato per assodato che l’argentino vestirà nuovamente i panni del regista, e che pare improbabile la presenza di Bertolacci già contro l’Empoli, tutti gli altri lottano per due maglie. Guardando la prestazione del derby, potrebbero essere in calo le quotazioni di Kucka, con direzione panchina, eventualmente sostituito dal rientrante Pasalic, arma in più di Montella grazie ai tempi di inserimento. A comporre il reparto, con l’ultimo posto a disposizione, potrebbe toccare nuovamente a Mati Fernández, rispolverato nelle ultime gare dopo mesi di infortuni e naftalina. 


Altre notizie
Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI