Due frecce da grande club, entrambe in bilico: la grande missione di Fassone

di Matteo Calcagni
articolo letto 44156 volte
Foto

Dopo il 2-2 in extremis nel derby pre-pasquale, prima partita per il nuovo Milan targato Li Yonghong, la strada per l'Europa League si è fatta molto meno complicata. L'undici rossonero non deve ovviamente sottovalutare i prossimi impegni, ma la sensazione è che con il giusto piglio il traguardo possa essere raggiunto e conquistato. Mentre Montella lavora nel preparare le sfide che attenderanno il Diavolo, l'attenzione della dirigenza è rivolta al mantenimento (e susseguente miglioramento) della rosa attuale.

REPARTO DA CONFERMARE - I continui rimandi del closing hanno posticipato colloqui e conseguenti rinnovi, accorciando di conseguenza le tempistiche per incontri ed accordi. Se è vero che alcuni reparti dovranno essere rinforzati a dovere con acquisti mirati e di spessore, altri sarebbero già piuttosto competitivi in senso assoluto, a patto però che si riesca a convincere e trattenere certi giocatori. Pensiamo al pacchetto degli esterni offensivi, sicuramente una delle chiavi per la buona stagione fin qui disputata dai rossoneri. L'unico giocatore, di questo gruppetto, sicuro di restare è Giacomo Bonaventura, attualmente infortunato ma fresco di rinnovo fino al 2020. Futuro più o meno in bilico, invece, per i vari Suso, Deulofeu e Ocampos.

TRA SUSO E DEULOFEU - Secondo le ultime indiscrezioni, pare che l'accordo trovato da Galliani lo scorso febbraio non sia stato ratificato, obbligando di conseguenza Fassone a trovarne uno nuovo. Non una buona notizia per una dirigenza che, oltre a pianificare il mercato, dovrà spingere sull'acceleratore per confermare anche Donnarumma e De Sciglio. Situazione diversa per Deulofeu su cui "grava" il diritto di recompra da parte del Barça. Eppure, stando a quanto trapela, lo spagnolo ha la possibilità di opporsi al riacquisto, decidendo di conseguenza di restare al Milan (previa intesa con l'Everton). Perché ciò accada, tuttavia, servirà un'importante opera di convincimento nei confronti del nativo di Riudarenes, il quale dovrà essere portato a preferire il progetto del Milan (ed una quasi scontata maglia da titolare) piuttosto che il fascino dei blaugrana con un ruolo probabilmente da riserva.


Altre notizie
Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI