Di Stefano: "Per i big c'è concorrenza, il Milan sta cercando di muoversi in tempo: la rivoluzione è già iniziata"

di Simone Nobilini
articolo letto 36616 volte
Foto

"E' tempo di riunioni, incontri e soprattutto ribaltoni: forse è normale e giusto sia così, dopo 31 anni il Milan era un caso unico in Italia. Qualcosa andava cambiato: bisognerà portare grandi giocatori e non più giocatori "normali", serve portare 3/4 giocatori simbolo che facciano crescere il livello. Se davvero il budget sarà quello confermato, oltre i 100 milioni, si parla in attacco di uno tra Morata, Benzema e soprattutto Aubameyang, giocatori nel mirino di questo Milan: si tenteranno assalti, con alternative comunque presenti come Kalinic, molto apprezzato da Montella. Bisognerà capire cosa dirà il mercato, per i big c'è grande concorrenza, per questo il Milan sta cercando di muoversi in tempo: la rivoluzione è già iniziata". Così Peppe Di Stefano, intervenuto da Casa Milan per Sky Sport 24, ha parlato della nuova società rossonera nata post closing, intenzionata subito a lavorare sul mercato per portare colpi importanti in rossonero.


Altre notizie
Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI