Bergomi: “L’Inter non ha molti punti deboli, il Milan giocherà a viso aperto”

di Enrico Ferrazzi
articolo letto 10684 volte
Foto

Intervistato da fcinternews.it, l’ex difensore interista Giuseppe Bergomi ha parlato così del derby di Milano: “Il derby più deludente? Quando perdemmo 2-0 ai tempi del primo Milan di Sacchi: facevamo fatica a superar la metà campo. E’ stato veramente complicato. Poi negli anni prendemmo le misure al loro gioco. Il derby lo sentivo perché c’era una rivalità forte tra i club nei quali giocavano molti italiani, quindi sicuramente il sentimento di attaccamento ai propri colori era forte. Gli episodi a cui fa riferimento non mi crearono sensi di rivalsa in alcun modo, innanzitutto perché ero molto piccolo all’epoca dei fatti, avevo 11 anni. Poi i rossoneri non mi scartarono per problemi di natura tecnica, bensì per un problema di salute: quando si scopre che un ragazzo ha i reumatismi nel sangue, una società è libera di scegliere se tenerlo oppure no. L’Inter di Spalletti? Punti particolarmente deboli non ce ne sono. Un aspetto limitativo è il gioco che è poco fluido, soprattutto quando trova squadre chiuse. Per il resto la squadra è molto solida, anche a livello mentale, e ha molte qualità. E’ strutturata bene e come ogni squadra ha ancora da migliorare, ma in nessun reparto vedo punti particolarmente deboli. Montella però giocherà a viso aperto. E’ un allenatore che ha idee e vuole imporre il proprio gioco. Entrambi i tecnici sono bravi e preparati, dunque non credo vadano a speculare su un certo tipo di tattica o di strategia. Credo che vedremo una partita aperta”.


Altre notizie
Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI