Adani a MN: " I viaggi dei nazionali non contano, nel derby la fatica non la senti”

di Antonio Vitiello
articolo letto 7793 volte
Foto

La redazione di MilanNews.it in vista del derby Inter-Milan ha intervistato Daniele Adani, ex giocatore e apprezzato opinionista SkySport.

Fossi in Montella quali sarebbero le tue scelte per domenica?
“Non saprei. Posso solo dire che fossi in Montella cercherei di scegliere valutando un mix tecnico tattico e mentale. Nella ripresa di venerdì quando rivedi i tuoi giocatori negli occhi capisci chi è in grado di poter giocare una partita come domenica. I viaggi dei nazionali contano poco in partite come queste, perché quando scendi in campo nel derby la fatica non la senti”.

Come si prepara una partita del genere ?
“Si prepara cercando di cavalcare l'entusiasmo della città ma un entusiasmo che ti possa aiutare e non sfinire che ti porta poi magari ad arrivare domenica senza energie mentali”.

Chi vedi favorito per il derby? E chi può essere l'uomo partita?
“Perfettamente alla pari, non vedo favoriti. La classifica conta poco a livello tecnico non vedo favoriti magari posso dire 51% Inter perché gioca in casa e avrà il 70% di tifosi a favore ma per il resto penso che sarà una partita apertissima. Si raggiungerà il record di incassi, c'è molta attesa da entrambe le parti. Per quanto riguarda uomo derby dico da una parte Suso, se giocherà, perché è lui l'uomo del Milan che può far saltare sempre il banco. Invece per l'Inter dico Icardi o Candreva, che nei derby ha sempre fatto bene”.


Altre notizie
Mercoledì 18 Ottobre
Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI