Sugoni: "Il problema per Aubameyang non è lo svegliarsi dei dirigenti del Milan, ma il costo: i rossoneri sempre più vicini a Kalinic"

di Simone Nobilini
articolo letto 86107 volte
Foto

Alessandro Sugoni, nell'edizione relativa al mercato in onda su Sky Sport 24, ha parlato così della situazione relativa al futuro di Pierre-Emerick Aubameyang, protagonista in nottata di un video in cui ha ammesso di voler fare il proprio ritorno al Milan: "Se parte Dembélé non parte Aubameyang: il giocatore ha ammesso di voler venire, ma non credo sia un problema di svegliarsi per i dirigenti del Milan, quanto di 80 milioni più ingaggio da tirare fuori per il calciatore. Non so ora il BVB cosa possa fare con Aubameyang, che ha già usato il pugno duro con Dembélé: il calciatore ha detto pubblicamente di volere il Milan quando, in una precedente intervista, aveva ammesso di stare bene a Dortmund. Da quel che ci risultava Aubameyang aspettava una mossa del Milan, ma il Milan al momento è sempre più vicino a Kalinic".


Altre notizie
Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI