FOCUS TMW - Milan, pro e contro di Morata: il bomber spagnolo ai raggi x

di Daniele Castagna
Fonte: tuttomercatoweb.com
articolo letto 32697 volte
Foto

Cinesi o non cinesi, una cosa è certa. L'addio di Carlos Bacca è questione di mesi, dopo che nell'estate scorsa il colombiano sembrava a un passo dalla cessione, per una trentina di milioni di euro, a più riprese. Ora il tempo è finito, così come la pazienza di San Siro. Ieri sera, per aumentare la ridda di voci, Vincenzo Montella è stato intravisto al Louis II per gustarsi Monaco-Borussia Dortmund, sfida bellissima che non avrà certamente deluso il tecnico, lì per osservare anche Pierre Emerick Aubameyang, una delle prossime alternative per l'attacco. Non è il solo ovviamente.

ALVARO MORATA

Perché sì
Ha venticinque anni, è nel pieno della carriera, conosce già perfettamente il nostro campionato e raramente stecca nelle occasioni importanti. Anzi, Morata ha trascinato due anni fa la Juventus a giocarsi la finale con gol praticamente decisivi, pareggiando anche temporaneamente nella finale di Berlino. Potrebbe essere l'uomo copertina come lo Shevchenko di una decina di stagioni fa. E poi partirebbe da uno stipendio inferiore.

Perché no
La concorrenza è molto folta, soprattutto perché Antonio Conte vorrebbe finalmente allenarlo - dopo averlo sfiorato alla Juventus - e portarlo al Chelsea al posto di Diego Costa. Dunque il pericolo di asta internazionale è concreto per un giocatore che, tra l'altro, non ha ancora espresso al massimo le proprie potenzialità. Inoltre non è mai stato il vero e proprio deus ex machina dell'attacco: dargli troppe responsabilità potrebbe anche non essere la scelta corretta.


Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI